FANDOM


Il Supremo Tribunale Infernale di Giustizia o semplicemente Tribunale Infernale (abbreviato STIG) è un luogo Sacro della Dimensione Yominosei.

Descrizione Modifica

Lo STIG è una mastodontica struttura posta in cima ad un rilievo molto ripido, chiamato Dikeoro (Monte della Giustizia) . Vista la sua grande estensione è suddivisibile in diverse zone.

Queste sono le zone per ora conosciute della struttura.

Neroclima Modifica

Neroclima è una mastodontica scalinata che unisce Viale Rozodica allo STIG. Come dice il nome è una scalinata nera, costituita di marmo. Dei led rossi sono posti sulla pedana ed sono lunghi tanto quanto i gradini, mentre altri led, stavolta rotondi e bianchi, sono incastonati sull'alzata.

Piazzale Anteriore Modifica

Superata l'impervia Neroclima, e giunti in cima al Dikeoro, si trova un enorme spazio pavimentato. La pavimentazione è costituita da piastrelle quadrate di marmo grigio, intervallate da alcune nere e bianche. Poste sulle piastrelle nere si trovano delle lanterne prismatiche semitrasparenti, che permettono alla luce viola di illuminare la zona.

Facciata anteriore del Tribunale Modifica

In fondo al piazzale sorge la mastodontica struttura giudiziaria. È costituito di marmo bianco. La facciata anteriore possiede dieci colonne viola, scolpite interamente all'interno della parete. Sono divise equamente da un portone di tamasolido.

Corridoio interno Modifica

Appena entrati ci si trova in un corridoio di piastrelle viola e bianche. Le pareti sono dorate con decori neri, che possono essere delle foglie o delle cornici quadrate. Il sistema di illuminazione è costituito da delle sfere led fluttuanti, regolabili mediante il contatto. Sfregandole, esse possono cambiare colore. Il sistema di illuminazione è controllabile da degli interruttori posti ogni due metri, che controllano ogni sezione.

Ufficio di Obyoshinu Modifica

È posto a circa una decina di metri dall'entrata girando a destra. La porta dell'ufficio è di tamasolido opacizzato.

Sala della Giustizia Modifica

È la sede operativa della Venerante Dea Kyosei. È protetta da una cicatrice, apribile esclusivamente da lei o dai suoi due assistenti, Obyoshinu e Fuuhoshi.

È una stanza senza pareti, e in ogni direzione lo sguardo si perde nelle nubi nere.

Alle spalle della Dea si erge una gigantesca statua raffigurante di una bilancia (emblema della Dea). Essa è dorata con molteplici riflessi viola