FANDOM


Kumata è il Villaggio dove vivono gli Himoki Kuma. È situato in Leaves Brown, in Rikunoki.

Aspetto Modifica

Cinta Modifica

Kumata è un villaggio circondato da alte mura di legno e rocce. L'entrata è protetta da un portone di ferro, alto quanto le mura. Il portone è adornato dall'Edera Shukubi (pianta Sole), houkifaga. È circolare con due cerchi in alto più piccoli. L'insieme ricorda la testa di un orso. Una delle "orecchie" contiene il simbolo degli Himoki Kuma, ossia un'impronta di orso circondata da un fiocco di legno. Nell'altro orecchio è dipinto il Seme di Rikunoki. Due torri sono poste ai lati del portone, protette da un guardiano. Sulla cima delle torri fluttua una sfera di legno. Per entrare i guardiani generano due chiavi di legno e le inserirono nelle sfere sopra di loro. Succesivamente l'edera si ritira. Anche in questo caso avviene la trasmutazione del portone, passando da metallo a legno. Una volta entrati esso torna metallico, ricoperto dalla Shukubi.

Villaggio Modifica

Le case degli Himoki Kuma sono sferiche, costruite tra i tronchi spiriformi degli alberi. Grandi terrazzi circondano le case. Sono adornate da fiori e piante. Ogni casa ha una scalinata costituita di sabbia marrone, che con la luce crea bellissimi riflessi colorati.

Guimise Modifica

il Guimise è il ristorante della famiglia di Kawaha. Qui gli Himoki Kuma possono mangiare, intrattenersi e guardare spettacoli e musica. È anche il centro per le manifestazioni per i giovani. Il locale è protetto da un incanto, rendendolo insonorizzato. È diviso in due zone. Guimise è ricco di colonnati di pietra, numerati dall'1 al 49. Su ognuno di essi era attaccato un mosaico raffigurante le varie zone di Leaves Brown. Inoltre su ogni lato della colonna era attaccata una candela, sì da illuminare il locale. Sul soffitto sono incassati diversi lampadari, uno per zona. Avevano la forma di impronta d'orso. Sul cerchio più grande vi era la luce principale, mentre sui "cuscinetti" altre lampadine, regolabili e indipendenti le une dalle altre. La zona bar era posta all'entrata. Presentava diversi sgabelli e un televisore. Possedeva un sistema di illuminazione molto semplice. Una sfera di carta ricoprova l'unica fonte di illuminazione che rifletteva su uno specchio (ricoperto di led circolari) la luce.